Home SECONDARIA VARIE Patto educativo di corresponsabilità
Patto educativo di corresponsabilità Stampa

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ (studente - famiglia - scuola)

LA SCUOLA E' UNA "COMUNITÀ' EDUCANTE"

Questo significa che nella scuola convivono più soggetti uniti da un obiettivo comune: educare, cioè far crescere in maniera equilibrata ed armonica i giovani che fanno parte di questa comunità, svilupparne le capacità, favorirne la maturazione e la formazione umana e professionale. I soggetti protagonisti della comunità sono:
o gli studenti;
o le famiglie;
o la scuola.
Per questo anche noi, come scuola, proponiamo alle componenti fondamentali della nostra comunità un contratto, cioè un insieme di principi, di regole e di comportamenti che ciascuno di noi si impegna a rispettare per consentire a tutti di operare per il meglio.
Questo contratto va letto e volontariamente sottoscritto innanzi tutto dalla scuola (D.P.R. 235/2007 art. 3), ma anche dallo studente, per la sua parte, e dalla famiglia, per gli aspetti che la riguardano. E' un impegno che ci lega tutti. Se tutti lo sapremo rispettare ne guadagneranno il buon funzionamento della scuola e la migliore riuscita del comune progetto educativo.
La scuola si impegna a:
o creare un clima di serenità, cooperazione, armonia e rispetto reciproco;
o fornire allo studente una formazione culturale che valorizzi la sua identità, aiutandolo a
orientarsi nelle scelte scolastiche e professionali che dovrà compiere;
o informare gli studenti e le famiglie rispetto ai progetti e alle attività promosse dall'Istituto;
o esporre con chiarezza alle famiglie e agli studenti gli obiettivi didattici e disciplinari, le modalità
di valutazione, le metodologie e l'organizzazione dell'Istituto, così come espresso nel Piano
dell'Offerta Formativa;
o informare con puntualità le famiglie riguardo all'andamento didattico e disciplinare degli
alunni;
o informare regolarmente le famiglie e gli studenti rispetto a tutte le decisioni che li riguardano, al
fine di instaurare una fattiva collaborazione.


La famiglia si impegna a :
o essere reperibile nel caso si rendessero necessarie comunicazioni urgenti:
o partecipare ai vari incontri promossi dalla scuola (assemblee, incontri con esperti...);
o partecipare, quando richiesto formalmente dall'Istituto, agli incontri nei quali vengano
affrontate problematiche specifiche dello studente;
o far rispettare ai propri figli l'orario d'ingresso a scuola e limitare il più possibile gli ingressi
posticipati o le uscite anticipate;
o giustificare sempre chiaramente le assenze e i ritardi dei figli utilizzando l'apposito libretto;
o controllare quotidianamente il diario e il libretto delle comunicazioni scuola-famiglia;
o firmare per presa visione le comunicazioni e le verifiche scritte consegnate allo studente;
o controllare attraverso un contatto frequente con i docenti che l'alunno rispetti le regole della
scuola (corredo scolastico; divieto di usare il cellulare e strumenti affini; divieto di fumare
all'interno della scuola, nelle pertinenze, durante gli spostamenti e le visite d'istruzione;
rispetto delle cose proprie e altrui, dell'ambiente scolastico, del personale docente e non
docente, dei compagni...), che partecipi attivamente e responsabilmente alla vita della
scuola, che curi l'esecuzione dei compiti e affronti le verifiche richieste;
o controllare che i figli vestano in modo consono all'ambiente scolastico, evitando volgari
forme di esibizionismo;
o rispondere direttamente ed economicamente degli eventuali danni a cose e/o persone causati
dai propri figli.
o Risarcire il danno, in concorso con altri, anche quando l'autore del fatto non dovesse essere
identificato.
Lo studente si impegna a:
o mantenere un atteggiamento rispettoso nei confronti dei compagni, del personale docente e non docente;
o evitare e segnalare situazioni critiche, fenomeni di bullismo/vandalismo, prepotenze fisiche e psicologiche (DPR 249/1988 comma 2 e direttiva Ministeriale n 16 del 05/02/2007);
o non sporcare né rovinare, in qualunque modo, i vari ambienti scolastici e le relative attrezzature;
o in caso di danni, impegnarsi a ripararli in orario non scolastico, previo accordi con la famiglia;
o riconsegnare entro le scadenze indicate le comunicazioni che la scuola invia alla famiglia,
dopo averle fatte visionare e firmare;
o riportare tempestivamente, firmate, le verifiche ed eventuali comunicazioni disciplinari;
o far firmare regolarmente il libretto personale;
o conservare in modo adeguato e portare sempre a scuola il libretto, il diario e tutto il materiale occorrente per lo svolgimento delle lezioni;
o svolgere regolarmente i compiti nei modi e nei tempi assegnati;
o non usare il cellulare né altri oggetti estranei all'attività didattica (DPR n. 249/1988 e Direttiva Ministeriale prot. n. 30 del 15/03/2007);
o mantenere in ambito scolastico un abbigliamento decoroso e rispettoso dell'ambiente educativo in cui si trova;
o non fumare all'interno della scuola, nelle pertinenze, durante gli spostamenti e le visite d'istruzione ( legge 11/11/ 1975 n. 854 - legge 28/12/ 2001 n. 448 - legge 16/01/2003 n. 3 art. 51).

 

AVCP-xml

File per AVCP

Fondi Strutturali Europei

logopon




Powered by Joomla!. Designed by: free hosting joomla joomla web hosting Valid XHTML and CSS.